Inaugurato il nuovo Ponte della Navetta: “Si ricuce una ferita”

1' di lettura 26/03/2021 - Il ponte della Navetta, distrutto dall’alluvione del 13 ottobre del 2014 - quando le acque impetuose del torrente Baganza invasero l’antica struttura ciclopedonale - torna a vivere e a collegare i quartieri Montanara e Molinetto, nel Comune di Parma.

L’inaugurazione dell’opera si è accompagnata all’omaggio agli ‘Angeli del Fango’, con un’opera d’arte dedicata a tutti coloro che si si sono impegnati per rimuovere i detriti nei giorni dell’alluvione.

Al taglio del nastro hanno partecipato il presidente, Stefano Bonaccini, il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, l’assessore alle Politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche, Michele Alinovi e l’assessora alle Politiche di Sostenibilità Ambientale, Tiziana Benassi. Presenti anche i rappresentati delle autorità civili e militari, delle realtà cittadine, territoriali e associative che hanno dato il loro contributo nei giorni dell’alluvione e alla realizzazione del progetto.

L’infrastruttura - dal valore economico di 1 milione e 700mila euro - è frutto del lavoro di squadra tra Comune di Parma, Regione Emilia-Romagna, ministero delle Infrastrutture, provveditorato interregionale delle Opere Pubbliche e cittadini.

Il nuovo ponte. È stato progettato con un'unica campata di circa 70 metri di lunghezza sopraelevata rispetto al letto del torrente, in modo da non presentare ostacoli al deflusso delle acque e a ripristinare il dialogo tra due sistemi territoriali della città. A questo scopo sono previste anche opere funzionali come piste ciclabili che corrono lungo gli argini del torrente. L'obiettivo è quello di connettere anche il nuovo quartiere Parma Mia e di potenziare il sistema di collegamenti ciclopedonali nell'ambito del sistema delle piste ciclabili che corrono tra i due storici quartieri della città, favorendo la mobilità sostenibile.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2021 alle 17:24 sul giornale del 27 marzo 2021 - 113 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione, emilia romagna, regione emilia-romagna, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bUD2





logoEV